venerdì 6 febbraio 2015

Storia di una signorina Rottermeir delle serie tv. Frustrata.

Non è difficile.
Ce la potete fare.
Una "serie" è composta da diverse "stagioni".
I due termini NON sono intercambiabili.
E la questione NON è di poco conto.
Vi dico come mai.


Sono quasi tredici anni che combatto contro chi crede che "serie" e "stagioni" siano sinonimi.
Dicasi lo stesso per chi usa l'obsoleta (ma ahimé riportata dai testi scolastici) distinzione fra "serial" e "serie". E per l'uso di "serie tv" e "telefilm" nel nostro Paese, che assimila i due termini dopo averli usati in una distinzione passata (e anch'essa superata).
Esco dal tunnel: la disquisizione su tutti i termini corretti e la loro storia magari arriverà, in un altro momento.
Ora ciò che mi interessa è la mancanza di rispetto per una terminologia tecnica.
Passi, per carità, se è gente "fuori" dall'ambiente.
Ma non se si tratta di "esperti" che scrivono ovunque, immancabilmente, cose come "La prima serie di House of Cards", "La terza serie di Buffy", "Nell'ultima serie di X-Files" e via dicendo.
Sciocchezzuole, direte voi.
No.
Perché chi vuole spacciarsi per esperto di serie tv, per (aspirante o già) giornalista specializzato, non può rinunciare a usare il linguaggio adeguato.
Gli addetti ai lavori dovrebbero come minimo documentarsi e adeguarvisi.
Per la fiction italiana, le "serie" indicano i vari cicli di episodi. Immagino che a inaugurare la tradizione, svariati anni fa, sia stato uno dei geni di cui sopra. Uno di quelli che non distinguono una stagione da una serie, un teaser da un cliffhanger, un crossover da uno spinoff.
Fatto sta che, siccome in Italia è uso che la lingua e la terminologia si adattino agli errori (e non il contrario), va bene così.
A forza di scrivere "qual'è", stiamo sdoganando l'odiato apostrofo. E non, al contrario, insegnando e ripetendo che "qual è" si scrive senza apostrofo.
L'Italia è un Paese al contrario, per molti versi, si sa.
Per le serie tv accade la stessa cosa: arriva un frescone che dice "serie" e via! Tutti ad adottare il termine errato.
Per le produzioni inglesi è diverso: anche lì (e correttamente, secondo la terminologia britannica) le "serie" indicano diversi cicli di episodi.
Ma dato che la stragrande maggioranza della produzione televisiva fa capo agli Stati Uniti, in tutti gli altri casi si usa "stagione". Punto.
Il concetto che non passa, e qui arrivo al dunque e al vero obiettivo del mio sfogo da signorina Rottermeier delle serie tv frustrata, è che non si tratta di un capriccio.
Non correggo per la sindrome da maestrina, mi limito semplicemente a impegnarmi perché si rispettino le regole di qualcosa che per me non è una sciocchezza.
Si tratta del mio lavoro, dei miei studi, di tanti anni passati a darmi da fare per diffondere un messaggio: le serie tv sono una forma d'arte.
Possono non piacervi, ma il loro valore oggettivo (almeno per una certa parte di esse) non è in discussione.
Le serie tv sono come i film, i romanzi e i fumetti: hanno una dignità culturale.
Pertanto, vanno rispettate anche nella terminologia che le riguarda.
Al fine di preservare quella dignità.
E sì, ho finito.
Ora potete ricominciare a chiamarmi "talebana delle serie tv".
:-D

10 commenti:

  1. Ciao Chiara!
    Scusa il disturbo, volevo sapere il tuo parere riguardo alla serie televisive della casa Shondaland in onda attualmente. Come ti sembra questa undicesima stagione di Grey's Anatomy? E di Scandal, in generale? E della novità in onda su Fox How To Get Away With Murder? Okay, ho finito, scusa il disturbo ma ci tenevo veramente tanto a sapere il tuo giudizio! Ad ogni modo, anche io provo un odio illimitato per la gente che, credendosi professionista al riguardo, corregge "stagione" con "serie"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Dunque, Grey's l'ho mollato alla 10 perché non dovendolo più analizzare per lavoro e avendo una valanga di altre serie indietro, me lo tengo lì con calma. E poi, francamente, sono anche un po' stufa. Si poteva serenamente chiudere alla 10. Ho mollato, per la precisione, dopo che se n'è andata la Yang. Scandal mi piace, ma HTGAWM è decisamente più nelle mie corde. Per ora, viste le prime 4, adoro. La Davis è una di quelle attrici che ti tengono INCOLLATO allo schermo :-)

      Elimina
    2. Anche io HTGAWM lo adoro! E Viola Davis è qualcosa di divino. Guarda, l'undicesima stagione di Grey's Anatomy mi sento di consigliartela. Non mi prendeva così tanto fin dalla sesta stagione, escusi i vari season finale della sesta e ottava stagione e alcune puntate della nona stagione. Sta risalendo di livello quest'anno, anche perché la stessa Shonda Rhimes ha ammesso di aver prestato più attenzione per questa stagione come non faceva da anni. Insomma, sicuramente non al livello delle prime stagioni, ma decisamente guardabile, effetti speciali della season premiere trascurabili. Scandal l'ho mollato dopo la prima stagione, sebbene mi intrigasse, perché non potevo già più vedere Olivia e Fitz insieme, ed ero quindi consapevole di non poter resistere per tutte le seguenti stagioni. How To Get Away With Murder è davvero fantastico, invece. Forse è un po' prematura come domanda, ma azzardo a fartela ugualmente: hai intenzione di farne un video sul tuo canale del Tubo? Di HTGAWM intendo, perché sarei davvero felice se ciò accadesse. Infine, per completare lo strazio, vorrei chiederti un'ultima cosa: io ho AMATO la prima stagione di Once Upon a Time -anche se gli effetti speciali lasciavano molto a desiderare-, ma dalla seconda stagione ho smesso. Una sola parola: OSCENO. Forse non tanto quanto Pretty Little Liars -ovviamente secondo me, sono tutti miei pareri-, ma dopo una prima stagione come quella le seguenti sono state qualcosa di improponibile. Vorrei chiederti cosa ne pensi a proposito. E, infine, essendo fan di tutte -scusa davvero lo stress- vorrei chiederti quale serie preferisci fra Buffy e Lost, e quale serie preferisci fra Grey's Anatomy e Desperate Housewives. Grazie mille se mi risponderai, sono piccole curiosità che ho da sempre voluto chiederti.
      Ciao!

      Elimina
    3. Grazie mille per la risposta! Se posso, mi sentirei davvero di consigliarti questa undicesima stagione di Grey's Anatomy, che si sta decisamente rialzando rispetto agli ultimi standard. Diciamo che non mi prendeva così dalla sesta stagione, circa -eccezion fatta per alcune puntate dell'ottava e della nona stagione e i season finale della sesta e dell'ottava stagione. Non è di certo minimamente paragonabile alle prime grandiosi stagione della serie, ma Shonda Rhimes ha personalmente ammesso di aver prestato attenzione alla serie quest'anno come non lo faceva da tanto. Quindi, eccezion fatta per gli effetti speciali della season premiere, te la consiglio davvero :-).
      Poi, Scandal devo ammettere di averla mollata dopo la prima stagione, perché ero colpito dalla nausea continuamente per via di Olivia e Fitz, nonostante la bravura di entrambi gli attori che li interpretano. Potrei riprenderla in futuro.
      Infine, How To Get Away With Murder è qualcosa di stupendo. E le ultime due puntate trasmesse non hanno fatto altro che confermarmelo. Mi spiace solo per la monoespressività da pesce lesso di Alfred Enoch, che ha anche un posto importante nella trama, e che poteva essere, quindi, interpretato da qualcuno più competente - ovviamente il tutto secondo il mio parere.
      Vorrei anche chiederti qualcosa a riguardo di serie televisive come Pretty Little Liars e Once Upon a Time. Allora, la prima la trovo TREMENDAMENTE INSENSATA, specie con la trama di base molto bella che aveva Marlene King. Sarò io, ma la trovo tremendamente oscena per via dei continui errori presenti e i dialoghi infantili. Poi, Once Upon a Time che potenzialità che aveva, davvero! E che prima stagione perfetta che aveva, davvero -eccetto gli effetti speciali, ma si può benissimo chiudere un occhio al riguardo-! Ma dalla seconda stagione è stato davvero UNO SCEMPIO. Tremendamente insensata. Ovviamente tutto secondo il mio punto di vista, quindi volevo sapere cosa ne pensa qualcuno che di serie tv se ne intende, quindi lo sto chiedendo a te: cosa ne pensi di queste due serie televisive?
      Infine, per completare lo stress ahah, per curiosità volevo chiederti quale serie prefrisci fra Buffy e Lost (viste entrambe: prima pezzo di infanzia e crescita; seconda un mondo intero) e quale serie preferisci, invece, fra Desperate Housewives e Grey's Anatomy (entrambe hanno segnato l'inizio della mia passione seriale).
      Penso di aver scritto DECISAMENTE abbastanza, quindi ti saluto!
      Ciao!

      Elimina
  2. Oh my gosh! Stesso identico problema da...credo le prime due stagioni di Gilmore Girls!! Quando sento dire "a che serie sei arrivata?" rabbrividisco...stagione, si dice stagione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondi chiedendo se ce la fanno a farcela :-D

      Elimina
  3. Detto ridetto e stradetto a millemila testoni di gomma, il cui unico neurone è troppo intento a tentare di mordersi una coda che non possiede, invece di prestare attenzione. Sono arrivata al punto di ebollizione e la prossima capa gnucca che mi confonde "serie" con "stagione", si ritroverà a dover ingurgitare tutti i miei cofanetti in dvd (compresa l'edizione limitata di sherlock, che è una confezione di metallo).
    Un saluto cara! Ti leggo sempre con piacere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-D No dai. Non buttare una limited così. Non farla ingurgitare. E' sufficiente picchiarla sulla capa gnucca :-D Ciao caro! A presto

      Elimina
  4. Chi chiama "serie" una stagione come chiama una serie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serie. Solo che poi si incasina da solo :-D

      Elimina